Negozio Blu Architetti Associati

In.Fra 2 "Forme insediative, ambiente e infrastrutture"
Programma di ricerca interuniversitario di interesse nazionale
In.Fra 2 "Settlements, the environment and infrastructures"
Inter-university research program of national interest

Miur - Politecnico di Torino

2001-2003

Obiettivo della ricerca è quello di costruire un quadro coerente di indirizzi e di strumentazioni che permettano di affrontare e mettere a regime nella prassi corrente il tema del rapporto tra infrastrutture, ambiente e insediamenti, superando una logica ancora legata all'eccezionalità degli interventi, quando non all'emergenza delle situazioni a rischio: in continuità con la precedente ricerca Forme insediative e infrastrutture. Procedure, criteri e metodi per il progetto (1999-2001), la ricerca sperimenta una ricostruzione delle famiglie di problemi che le diverse progettualità pongono nelle loro relazioni con l'ambiente, prefigurando così una metodologia utile alla messa punto di un possibile osservatorio permanente sulle trasformazioni del territorio italiano.
G. Ambrosini ha partecipato come membro dell'unità di coordinamento nazionale. Il programma, cofinanziato dal Ministero dell'Università e della ricerca Scientifica e Tecnologica per biennio 2001-2003, è stato coordinato dal Prof. A. Isola; hanno partecipato le unitè di ricerca delle seguenti università: Politecnico di Torino (coordinamento nazionale), Università di Chieti, Università di Firenze, Università di Napoli, Politecnico di Milano, Università di Genova, Università di Napoli, Università di Camerino, Università di Roma "La Sapienza", Università di Palermo, Istituto di Architettura di Venezia.

The aim of this study, which is a follow-up to the "Settlements and Infrastructures" project (1999-2001), is that of defining the right approach to adopt and the tools necessary in order to establish standards to be adopted when tackling the relationship between infrastructure, the environment and settlements. This will serve to help bypass the old logic that tends to dwell on the one-off nature of constructions, or label them high risk situations. By focusing on the cluster of related problems that different planning solutions pose to their immediate surroundings, and then experimenting with them, we can establish some guidelines which will prove invaluable when setting up a permanent body whose job is that of overseeing the continual changes that are affecting the Italian landscape.
G. Ambrosini worked as a member of the national co-ordination unit. The program, financed jointly by the Ministero dellšUniversità e della ricerca Scientifica e Tecnologica for the period 2001-2003, was co-ordinated by Prof. A. Isola. Research units from the following universities took part: Turin Polytechnic (co-ordination at a national level), the Università degli Studi in Chieti, Università degli Studi in Florence, Università degli Studi in Naples, Milan Polytechnic, Università degli Studi in Genoa, Università degli Studi in Ferrara, Università degli Studi di Camerino, Rome University "La Sapienza", Università degli Studi in Palermo, Venice Institute of Architecture.